Priftërinjtë grekë, si po i joshin fëmijët për kombësinë

Jo se ndihen të tillë, por sepse të jesh grek ushqehesh më mirë se sa shqiptar.
Nga ligji “Për ndryshimin e kombësisë” janë të mbrojtur vetëm fëmijët. “De jure”, sepse “de facto” me ata po manipulohet më shumë se sa me të rriturit. Prindër me emra myslimanësh, por të vetëdeklaruar si ortodoksë para priftërinjve helenë, po dërgojnë fëmijët në shkolla, ku mësimi zhvillohet në greqisht. Jo vetëm që gjithçka është falas, por si mirënjohje ata marrin ndihmë financiare. Vetëm se sa herë ka aktivitete fetare, fëmijët duhet të marrin pjesë rregullisht, qoftë edhe duke u hequr nga mësimi. Nuk duket edhe aq keq për ta, duke pasur parasysh që pas meshave vijnë dhuratat. Ashtu siç ndodhi me vizitën e priftit të Patrës në Sarandë, at Sotirit, ku fëmijët ishin më të vëmendshëm te qeset e plastmasit ku dukeshin karamelet, sesa te greqishtja e tij meshtare, krejt e pakuptuar për ta si nxënës filloreje. Megjithatë, prania e tyre nis e merr kuptim dhe shpjegim, kur të njëjtët nxënës i sheh më vonë edhe në kishën Evangjeliste, në xhaminë e qytetit, në teqenë e ringritur, apo edhe në kishën e Dëshmitarëve të Jehovait, ku po predikohej fundi i botës. Me sytë e fiksuar në boshllëk dhe me mendjen nuk i dihet se ku, vogëlushët ndjekin predikimin e një dëshmitari të ardhur nga jashtë, i cili me një shqipe të mësuar muajt e fundit tregon se si do të vdesë njerëzimi. Disa janë të shoqëruar nga nëna të papuna, por ka dhe nga ato me aftësi të kufizuar, siç është rasti i një vajze në karrocë. Të pyetur, drejtuesit e asamblesë speciale njëditore thonë se kanë marrë lejen e prindërve, ndërsa harrojnë se fëmijët nuk janë madhorë për zotësi juridike dhe të rriturit duhet t’i mbrojnë. Por, në jugun e ngrohtë të Shqipërisë “hesapet” bëhen krejt gjakftohta. Duket se patriotizmi dhe prindërimi me përgjegjësi merr fund për ndihmat financiare, interesat e punësimit, apo edhe për disa karamele më tepër që vijnë nga Patra. Bëhet krejt e dhimbshme të mendosh nëse ato do të ishin çokollata.
***
Nëse me fëmijët është e lehtë të aludosh, me të rriturit bëhet pak e vështirë. Sidomos kur djali i Vezires ka lindur si Sulejman dhe në moshën 62-vjeçare ndihet si Aristidh. Vogëlush ai duket se është ndjerë mirë si Sulejman, po ashtu edhe kur është rritur, kur është martuar e deri kur është bërë baba. Por tani që është bërë gjysh, diçka nuk shkon dhe i është drejtuar gjykatës për të ndryshuar emrin, por edhe kombësinë. Ka zbuluar “papritur” se babai i nënës së tij ka qenë grek dhe quhej Aristidh, pikërisht si emri që do të marrë tani në pleqëri. “Dua t’i ndryshoj në nderim të gjyshit tim, jo për interesa ekonomike”, thotë Sulejmani duke iu shmangur fotografimit, por duket se i biri, Ilirjani, nuk është dakord. “I ka rënë mendja tani, ec e merre vesh këtë”, ndërhyn Ilirjani, i cili qesh vazhdimisht teksa flet. I pyetur nëse edhe ai do ta ndryshonte kombësinë pas babait, Ilirjani përgjigjet ironikisht: “Unë kam ardhur që ta marr në shtëpi babain e ta lërë këtë muhabet. Edhe pak do të duan të bëhen grekët shqiptarë, ç’duam ne të bëhemi grekë?!”
***
Të lindësh shqiptar dhe të pleqërosh grek është bërë shumë e lehtë. Madje, mund të gdhihesh shqiptar dhe të ngrysesh grek. Kemi një ligj për këtë, të cilin e shpjegon Alltun Çela, kryetar i Gjykatës së Rrethit të Sarandës, i cili është edhe iniciator për dërgimin e “kombësisë” në Gjykatën Kushtetuese. “Ligji i Parlamentit shqiptar, nr. 10129 të vitit 2009 “Për gjendjen civile”, ka përfshirë edhe rubrikën e kombësisë, e cila nuk ka ekzistuar më parë. Sipas këtij ligji, ndryshimi i kombësisë kërkohet dhe pranohet për ata fëmijë, që vijnë nga prindër me kombësi të ndryshme dhe ai ka të drejtën të zgjedhë kombësinë e njërit prej tyre, kur arrin në moshë madhore. Deri sa të arrihet mosha e pjekurisë, këtë të drejtë e kanë prindërit me marrëveshje të përbashkët. Në rastet ku prindërit nuk janë marrë vesh për kombësinë e fëmijës së tyre, ligji i njeh atij të drejtën e ndryshimit dhe të marrjes së kombësisë që dëshiron të njërit prej prindërve, me të arritur moshën madhore”, thotë ai, ndërsa pranon  se sistemi i mëparshëm ka bërë edhe tjetërsime të qëllimshme të kombësisë së disa njerëzve.
Dhe në rast se nuk e ka bërë sistemi, e kanë bërë punonjës pranë zyrave të gjendjeve civile. Këtë mund t’ua vërtetojmë me dy certifikata martesore të qytetares me iniciale DH.S., e cila në fund të vitit të kaluar ishte me kombësi shqiptare, ndërsa për 2011-n është greke. Sipas verifikimeve pranë Gjykatës së Sarandës, na rezulton se personi në fjalë nuk ka hapur proces gjyqësor për ndërrimin e kombësisë, por është plotësuar kundër ligjit nga punonjës të zyrës së gjendjes civile (shihni faksimilen). Si kjo qytetare janë me qindra, të cilët zvogëlojnë harkun kohor të shndërrimit të kombësisë nga “shqiptarë” në “grekë”, vetëm për pak minuta.

No Comments

  1. Arjani says:

    Nuk ka ruge tjeter duhen perzene nga Shqiperia, duhen perzene qe nga janullatos e deri ke bythqiri me i vogel grek.Kush skel ligjet mbi kombesine dhe ndihmon ne manipulime te futet ne burg.

  2. Genti says:

    Eshte koha e Shqiperise etnike. Gjerperijnte e kishes greke duhet ti shporrim me kosa. Rrofte kisha autoqefale kombetare Shqiptare. Kisha e Fan Nolit

  3. Elbasani says:

    Ndonje here e pyes veten , a kemi Zot ore ne Shqiptaret?

    Sa te pa ftyre jemi ne kur nuk e luftojme Armikun mbrenda ne Shqiperi. Sa poshte kemi ra kur mbshtesim Vdekjen e Shqiptarve dhe te Shqiperise. Sa te pa Moral jemi kur shesim veten e behem Grek. Si nuk hapin syte dhe te shikojme kete Kancer ne sy dhe ta luftojme.
    Ky kancer antishqipetar, vdekjeprures duhet luftuar me gjitha masat qe kemi. Zqohu Sal eh ty Greku te Shoqen,……

  4. arj244 says:

    Per te gjitha fajin e ka qeveria e pronesuar e z.sale(p) berisha … Mire qe e lejoi por sot c’pune ka akoma Janullatos ne krye te kishes autoqefale shqiptare te themeluar nga Fan Noli ?
    Edhe ne te ishim ne krye te kishes ortodokse greke te jeni te sigurt qe me shume do benim qe ti benim greket shqiptare !!!! Pra zoterinj fajet i kemi vete ne jo greket .Ata bejne nje pune (!) ne pse jua bejme fushe me lule rrugen ?

  5. ernesti says:

    deri kur keshtu na me u perkul para armikut e deri kur na duhet me leshu pe per me i coptu trojet tona deri kur na duhet me flejt e bone zot ander se nuk na msyn armiku. uji flen shaku e greku nuk flejin.o qeveritar mos hani bar4 por regulloni shtetin e leni karikat se mos vjen shperthimi i nje lufte kur qohet populli ateher ku po mbeteni ju.

  6. ernest says:

    o ju shqiptar leren fen e mos e ndroni kombin per fe e per fe me jep atedhe por lere ate se kushe je se feja nuk eshte ajo qetet bon se kush je por kombi o lopt e gjalla kush e ndron kombin per fe he robt e lopt ja qi…

  7. gjergj says:

    Me behet qefi qe te gjithe komentuesit per kete shkrim kaq prekes, e kane ne zemer Kombesin e shpirtin Shqipetar. Ju lutem me cfare keni thene ketu, me te njeten fryme per atdhe e dashamiresi, mesoni shoket por edhe te afermit tuaj per Gjuhen e Shqiperine tone te lashte e te bukur. Se kushe ka lindur ne Shqiperi eshte Shqiptar edhe duhet te mesoj traditen, kulturen edhe gjuhen Shqipe. E kjo te jete ligje i Perjeteshem kudo qe te jene ne bote.

    Rrofte Kombi Shqipetar edhe perpare per bashikim e trojeve te Shqiperise se madhe. E dua token time edhe popullin time me gjithe zemer, edhe jame gati te vdes per te mbrojtur te drejtat edhe lirin e kombesis Shqiptare

  8. gjergj says:

    Mos shikoni e degjoni Feja, Kisha e Xhamia

    Se feja e SHQIPETARIT eshte e dashura dhe e embela toka jone Shqiperia.

  9. giorgio fabbiani says:

    Gjon Pali II u vra nga Benedikti XVI

    Na vjen keq për gabimet. Ky dokument është botuar në formë elektronike. Për të shmangur skandalit, panik dhe rënia e udhëheqësve politik të kishës dhe të institucioneve të mbajë heshtje absolute (sekrete shtetërore) për vdekjen e John Paul I dhe Pali II dhe veprimtarinë e fshehtë në Shtetet e Bashkuara të Amerikës kontrollin e mendjes njerëzore. S. U. Shërbimi Sekret, si nazistët, ata e dinë se qelizat nuk gjenerojnë mendimet e mendjes, por të marrin ato nga shpirti nën ndikimin e shpirtit (të keqen e shenjtë për ata luten që për të gjithë të tjerët) dhe adhurojnë djallin për të drag ata që duan të besojnë, të mendojnë, të duan dhe bëjnë atë që është më e përshtatshme për interesat e tyre dhe të dominojë botën ekonomike, politike, shkencore dhe ushtarake. Tre emra: CIA-s, George Bush, Silvio Berluskoni. Si e kam marrë këtë njohuri është një histori e gjatë që përfshin të zbulimit të SHBA dhe në lindje të Padre Pio vetëm mësoi se si të luten për mbrojtjen rruzare të përditshme nga djalli dhe do të mbahet nga fakultetet e domino. Këto kriminelët e kanë djegur me vdekje për të kontrolluar mendjen djalli, mbeten pa u ndeshkuar dhe të marrin pasuritë e pushtetit, dhe lavdi. Si në ekonominë reale do të shembet kërkoj djallit për ta kthyer mendjen e tyre për luftë dhe të angazhohen Kinë. Atëherë ata do të përdorin bazat ushtarake për të mbrojtur veten, por vetëm për të tërhequr një përmbytje e zjarrit ne do të digjen në Evropë, si një olokaust i vdekjes dhe shejtani e tyre do të kthehet për të sunduar botën. Unë mund të provojë gjithçka. Dokumenti i mëposhtëm është raporti i dërgohet krerëve të Kishës dhe institucioneve të saj.

    RAPORTI
    Mittente: Fabbiani Giorgio Via Vivaldi,16 36077 Altavilla Vicentina ITALY Tel. 3383216975
    (Copia della denuncia depositata alla procura di Brescia il 04/04/2011 e trasmessa via web in tutto il mondo)

    Mentre il mondo segue la scienza e ignora il demonio i potenti lo invocano per fare quello che vogliono. Il presidente del Consiglio S. Berlusconi e la CIA sono satanisti: il sistema più antico e sicuro per dominare le menti, vincere gli avversari, ottenere ricchezze, potere, gloria e restare impuniti. Non è fantascienza ma realtà. Come sono arrivato a queste conoscenze è una storia lunga che coinvolge i servizi segreti USA e dell’Est. Ho segnalato tutto agli operatori della legge, delle istituzioni e dell’informazione. Silenzio. Sono andato avanti in questo modo fino al 2009 poi ho inviato una email a tutte le sedi della Polizia. Dopo poche settimane mi hanno convocato per dirmi che ero sottoposto a indagini perché, a loro dire, la mia segnalazione aveva causato il blocco del sistema informatico della Polizia di Stato. Un pretesto falso e ridicolo per intimorirmi. Allora mi sono rivolto a diverse procure e prefetture, quindi ai comandi regionali dei carabinieri e infine al CSM. Silenzio. A titolo d’esempio il 20/11/2010 hanno ricevuto questa copia: 6200 caserme dei Carabinieri, 154 tribunali, 244 uffici della procure, 113 prefetture, 1060 uffici e stazioni della Guardia di finanza e tutte le capitanerie di porto. Il 15/12/2010 nuovamente tutte le sedi e gli uffici della Polizia di Stato. In questi anni ho scritto, più volte, ai presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napoletano, a tutti i parlamentari della camera, le diocesi della Chiesa, i quotidiani nazionali e i programmi televisivi Rai e Mediaset. L’unica risposta è arrivata da una caserma dei carabinieri il 28/11/2010: «ha scoperto l’acqua calda». Superfluo ogni commento. Tutto ha avuto inizio nel 1998. Diciamo che ho scoperto delle cose importanti e informato la Chiesa e questi signori, anziché verificare i fatti, hanno fatto orecchie da mercante. Allora sono andato avanti da solo fino a quando una sera, prima del crollo delle torri gemelle, sono stato avvicinato da uno sconosciuto. Era straniero e parlava male l’italiano. Mi raccontò di aver ucciso un uomo (gettandolo in un dirupo) e di aver trovato negli indumenti delle cose che mi riguardavano. Non capivo il senso di quelle cose. Allora si sfilò l’orologio dal polso, lo rovesciò e mostrando la sigla impressa al centro del coperchio (CIA) esclamò tre volte: hai capito? Un avvertimento. La CIA voleva uccidermi. Lo straniero venuto a mettermi in guardia era un agente dei servizi segreti dell’est. Ho informato la Chiesa e le istituzioni. Silenzio. E’ cominciata una guerra. Circondato dall’incredulità e dall’indifferenza mi sono trovato ad affrontare una forza ignota che agiva con violenza sulle mie facoltà per fermare le ricerche e su quelle delle persone con cui entravo in contatto per isolarmi e impoverirmi. Ero un piccolo imprenditore (elettronica & informatica). Improvvisamente i clienti hanno cominciato a disdire ordini e non rispettare pagamenti e i rapporti commerciali a diventare inaffidabili. Dopo 24 anni, per non scendere a cattivi compromessi, ho chiuso l’attività. Ho continuato a lottare contro quella forza fino a perdere la casa e ogni bene e finire in strada. Anche nelle mense dei poveri sono stato avvicinato da stranieri che sapevano chi ero. A tutt’oggi devo cambiare computer point e caselle email perché sconosciuti fermano la corrispondenza. I sospetti cadono su Polizia e Interpool perché coinvolti in questa storia. Ho chiesto aiuto all’estero specialmente in Francia e Germania. Nulla. Cosa devo fare per mettere in moto la giustizia in Italia? Non basta fare un controllo per verificare la verità? Sono un folle? Ricoveratemi. Un mitomane? Fermatemi. Un calunniatore? Arrestatemi. Un testimone? Ascoltatemi. Perché nessuno vuole accertare la verità? Semplice perché qualcuno lo impedisce per nasconderla. In sintesi. Per evitare lo scandalo, il panico e il crollo del sistema i capi della Chiesa e delle istituzioni mantengono il silenzio più assoluto (segreto di stato) sulla morte di Giovani Paolo I e Paolo II (uccisi entrambi da Benedetto XVI) e l’attività segreta degli USA per il controllo della mente umana (blocco della memoria, aumento dell’aggressività, alterazione della capacità di giudizio fino alla demenza). I servizi segreti USA, come i nazisti, sanno che le cellule della mente non generano intuizioni e pensieri ma li ricevono dall’anima sotto l’influsso dello spirito e invocano satana per trascinare chi vogliono a pensare, credere, desiderare e fare quello che fa comodo ai loro interessi e dominare il mondo economico, politico, scientifico e militare. Tangentopoli e Forza Italia sono un esempio. E’ necessario prendere atto della realtà del demonio per difendersi da questi criminali. Religioni, psicologia, teologia, filosofia = aria fritta. Invenzioni del demonio per nascondersi e nascondere la verità. Ideali, valori e credenze = suggestioni. Lavoro e leggi = schiavitù. N.S. Gesù Cristo non è venuto nel mondo a portare una religione, un’ideologia o una scienza ma la verità sulla nostra condizione d’esilio da Dio: in virtù di un diritto acquisito con l’inganno il mondo giace sotto il domino di Lucifero. Siamo in esilio su un pianeta dominato da creature spirituali malvagie che si rendono invisibili per agire indisturbate, trascinare gli uomini al peccato, infliggere gradi di morte al creato e ricevere energia. Gesù non scacciava malattie psichiche (non esistono) ma demoni. I santi, quelli veri, testimoniano la realtà invisibile dei demoni perché li hanno affrontati e sconfitti. Non esistono gli UFO ma i demoni che hanno il pieno domino della materia e delle facoltà delle creature e possono assumere qualunque forma e aspetto. Chi invoca il demonio sa tutto di tutti e può trascinare chi vuole a fare quello che vuole fino all’omicidio e al suicidio. Non bisogna confonderli con maghi, cartomanti, indovini, astrologi, guaritori, sensitivi, medium, guru, ecc. Balordi e truffatori che il maligno usa per ingannare i peccatori e screditare l’occultismo. I veri satanisti hanno i colletti bianchi. Non si vendono e non si mettono in piazza perché il demonio stesso lo impedisce per proteggerli, nascondersi e agire indisturbato. La potenza del nazismo veniva dal satanismo. Leggi razziali e campi di sterminio erano il carburante. Più vittime sacrificavano più dominavano le menti e diventavano potenti. E’ stata l’incessante preghiera e sofferenza di Padre Pio a fermarli. Come il santo Frate insegnava solo la recitazione del Rosario protegge dal maligno e permette di conquistare il dominio delle facoltà. Diversamente si cade nella demenza. La dimostrazione di questa realtà è il mio caso. Se vi dico chi sono non mi credete perché il maligno blocca le facoltà di chi non prega. Ma sono 10 anni che vedo N.S. Gesù Cristo (carne, ossa e spirito) e chiedo ai capi della Chiesa il permesso (canone 1172) di dimostrarlo al mondo intero liberando gli indemoniati e guarendo subito qualsiasi malattia e infermità e questi sciagurati non vogliono saperne. Nel 1985, contro la volontà di Dio (Marco 9:38,39), si sono inventati questa regola demenziale e senza espressa autorizzazione del Vescovo non posso fare nulla. Non hanno ancora capito che non devono sottomettersi agli uomini a ma Dio. Trascurano la recitazione del Rosario al punto che il demonio li trascina alla demenza per impedirmi di dimostrare la verità. Vi chiedo di portare in piazza 10 indemoniati, 10 malati, 10 infermi e 30 casse di pomodori marci. Se non li risano davanti ai vostri occhi fate di me quello che volete diversamente fatelo a questi disgraziati. E’ da marzo 2008 che distribuisco volantini che anticipano il crollo dell’economia mondiale e la guerra e fanno finta di nulla. Le mie non sono profezie ma conoscenze. In sintesi. Il peccato è un’azione contro la vita che provoca un immediato e preciso grado di morte dell’anima (deformazione spirituale) e perdita del dominio delle facoltà (demenza) e conferisce al demoni il diritto di infliggere un grado di morte al creato pari al grado di morte del peccato. Per grazia di Dio i peccati non cadon
    o mai sui peccatori ma sempre su creature innocenti per dare tempo ai peccatori di convertirsi e salvarsi dalla dannazione eterna. Ecco perché nascono bambini infermi, subiamo malattie, calamità, incidenti e guerre. Come un cancro accresce divorando le cellule sane allo stesso modo satana accresce le deformazioni dello spirito divorando l’energia che vivifica il creato. I popoli dell’antichità lo sapevano e offrivano sacrifici umani per ottenere vittoria sui nemici, potere e gloria. Oggi sono mafiosi, massoni, politici e industriali senza scrupoli che invocano il demonio per ricevere ricchezze, potere e gloria e restare impuniti. A differenza dei nazisti, che si servivano di leggi razziali e campi di sterminio, questi criminali agiscono nascostamente scatenando guerre a casa degli altri. Come crollerà l’economia reale invocheranno satana e semineranno menzogne (come con l’Iraq) per accendere le menti e scatenare guerre a casa degli altri fino a coinvolgere la Cina. Allora useranno le basi militari per difenderci ma solo per attirare un diluvio di fuoco sull’Europa. Così noi bruceremo in olocausto di morte a satana e loro torneranno a governare il mondo. Avete capito a chi serviva il crollo delle torri gemelle? Alla CIA per scatenare una guerra e rigenerare l’economica USA. Dietro l’organizzazione terroristica Al Quaeda si nasconde la CIA. Ecco perché volevano uccidermi. A Vicenza stanno ampliando la base militare USA e l’associazione “No Dal Molin” si preoccupa dell’impatto ambientale. Non ho capito se i Veneti sono tonti o dementi. Sono anni che semino volantini. Se continueranno a fare come gli struzzi della città del Palladio non resterà pietra su pietra. L’incredulità non è intelligenza ma demenza. E’ meglio accertare la verità che ignorarla e pagarne le conseguenze. Per eliminare dubbi e paure mi sono iscritto a FACEBOOK. Ho inserito le foto rimaste e nella biografia il rapporto trasmesso alle procure. Coraggio scendere in piazza. In cambio di un atto di fede vi offro il crollo delle menzogne e il trionfo della verità.
    Fabbiani Giorgio Su Facebook: Jo Alfaj oppure Jo Xfaj Tel. 3383216095 Altavilla VI

    Lettera ai ministri della Chiesa
    (Trasmessa a Vescovi e religiosi di Vicenza e Verona più volte dal 2007 in poi)
    Cosa avete al posto del cuore una pietra? Quando vi domanderò perché mi avete impedito di guarire malati e infermi e liberare indemoniati cosa risponderete? Ipocriti. Se Gesù Cristo avesse dovuto attendere il consenso dagli scribi e dai farisei per compiere miracoli non avrebbe potuto dimostrare la parola. Non avrebbe potuto fare nulla. Usarono perfino il pretesto del riposo del sabato per impedirgli di fare miracoli. Vi rendete conto che dopo duemila anni state facendo esattamente la stessa cosa con me? Il Signore ha sottomesso tutto alla Sua Chiesa per il trionfo del bene e della verità. Voi, con le vostre regole, rovesciate ogni cosa. Beatificate e santificate quelli che volete voi e togliete ogni potere ai santi di Dio. Chi vi ha insegnato a giudicare? Non sapete che il giudizio viene da satana? Che trascina all’errore e allontana dalla verità? Non capite o fate finta? E’ Gesù che mi manda a chiedervi il permesso di guarire malati e infermi e liberare indemoniati per mostrarvi gli errori nei quali siete caduti. Se non volete che faccia il bene significa che ascoltate il maligno. Non state rifiutando me ma Colui che agisce attraverso me. Io non posso fare nulla da me. Vi ho detto chi sono e non mi credete. Vi ho trasmesso tutto ciò che mi è stato dato di conoscere per farlo conoscere e lo calpestate. Vi ho manifestato i segni dei tempi con rivelazioni sulle scritture che solo Dio poteva donare alla Sua Chiesa e non le comprendete. Vi ho dato la mia preghiera (avreste dovuto capire ogni cosa perché parlo della risurrezione dei morti) e non la capite. Vi ho chiesto di poter guarire malati e infermi e liberare indemoniati e non volete. Vi ho segnalato la morte di Giovanni Paolo II ad opera di Benedetto XVI e siete increduli. Svegliatevi. Nel discorso escatologico Gesù disse: “Quando vedrete l’abominio della desolazione stare la dove non si conviene allora sarà l’inizio della fine“. Esiste forse qualcosa di più abominevole di un papa pluriomicida restare nel luogo santo? Quante cose vorrei dirvi ma non volete ne vedere ne sentire. La verità porta salvezza. Avete un idea del danno che state causando con la vostra incredulità? Quante anime si sarebbero salvate e quante sciagure si sarebbero evitate in questi anni? Non capite e non capite di non capire perché pregate poco e male e commettete peccati. Con la vostra incredulità state trascinando alla vostra rovina anche quelli che vi seguono. Io sono San Giorgio quello vero. Siete voi che non mi credete perché non avete fede. Non volete nemmeno verificare la verità. Preferite credere alla fiaba del cacciatore di draghi ideata da satana 700 anni fa per nascondermi e confondervi? Ipocriti. Si affronta con la spada o con la preghiera il demonio? Gesù ha sottomesso tutto alla Sua Chiesa perché esiste una sola verità ma se non mi date il permesso (canone 1172), che il maligno vi ha suggerito per incatenare i santi, come posso dimostrarlo al mondo intero? Vi siete dimenticati cosa disse Gesù ai discepoli quando gli riferirono di un uomo che scacciava demoni in suo nome? Rispose: non impeditelo. Razza di vipere sono 8 anni che vi chiedo questo permesso inutilmente. E se lo chiedo ho un buon motivo ma a voi non interessa nemmeno saperlo. Come fate a rifiutare una cosa del genere? Avreste dovuto accogliermi a braccia aperte perché è evidente che tutto questo viene da Dio e invece mi avete ucciso. Ditemi chi è demente: chi chiede di fare miracoli in nome di Dio o chi si oppone per mancanza di fede e paura? Non appena otterrò il permesso da un qualsiasi vescovo crollerà il primo errore della Chiesa: non esistono gli esorcisti e i guaritori ma i santi. E le malattie non si curano con in farmaci ma si fanno regredire con la preghiera e la comunione. Non capisco perché avete scelto di servire il Signore se ascoltate il maligno ma una cosa è certa: sarete travolti dallo scandalo e dalla vergogna e perderete tutto quello che satana vi ha dato per farvi sprofondare nell’errore e nel peccato. San Giorgio

    La Spada di San Giorgio
    Ringrazia Padre Pio e la Santissima Vergine Maria. Nulla avviene a caso e tu hai appena ricevuto un dono che viene dal Cielo. Conoscerai la verità sul peccato originale e il segreto della Spada di San Giorgio per ricevere gioia, benessere, ricchezza e consolazioni e donare il sorriso a chi è nella tristezza. Non è un illusione è la verità. Questa preghiera è un’autentica “bacchetta magica” con la quale è possibile realizzare i desideri di bene del cuore: aiutare gli amici, rovesciare i nemici e far diventare buoni i cattivi. Bisogna solo aver fiducia nella presenza invisibile del Signore, ricco di grazia e misericordia, e perseverare nella preghiera fino al raggiungimento della meta sperata. Prima infatti è necessario affrontare e vincere le insidie del nemico oppositore che cercherà di fermarti (colpi di sonno durante la preghiera, amnesie, pensieri estranei e contrari, imprevisti, parenti infastiditi, disturbi del vicinato, aumento degli impegni di lavoro e mondani ecc.) per impedirti di arrivare alla grazia e testimoniare la potenza di questa preghiera. E’ una guerra contro un nemico invisibile che agisce dentro di noi (facoltà dell’anima, del corpo, della mente, della volontà e del cuore) e fuori di noi (persone con cui veniamo in contatto) per stancarci, influenzarci, demoralizzarci, distrarci e farci abbandonare tutto. La regola da seguire è una sola: tutto ciò che allontana dalla preghiera e dai sacramenti non viene da Dio ma dal maligno. E’ importante saperlo perché al traguardo arriva solo chi ha fede. In due parole: chi è più testardo del maligno, non si fa ingannare e continua a pregare. A tale scopo rileggi, ogni tanto, questo documento: rinfrescherai la memoria e riceverai nuove energie. Se farai come ho detto la Spada di San Giorgio diventerà la tua bacchetta magica. Potrai estendere il bene della verità, della pace e dell’amore e collaborare con Gesù alla redenzione del mondo. Non solo. Se perseverai nel bene (preghiera e carità quotidiana) e porterai la tua croce (gli attacchi del nemico) il Signore ti farà sentire la Sua presenza fino a farsi riconoscere. Chi sono e come sono arrivato a tutto questo è una storia lunga. Diciamo che dopo molte sofferenze e una serie di eventi inspiegabili mi sono immerso nella preghiera fino a conoscere l’inconoscibile. Allora ho chiesto a Dio di aiutarmi a combattere quell’essere che mi insidiava e Gesù, dopo avermi fatto comprendere gli errori del passato e ripulito da ogni traccia di peccato, ha esaudito pienamente la mia richiesta. E’ Lui che mi ha istruito e guidato a scoprire il Vero senso della Sua Passione per farmi costruire la mia spada (la preghiera) e realizzare il Suo progetto finale: una sola preghiera che chiede al Padre perdono e misericordia per tutte le creature vive (peccatori del mondo intero e anime del purgatorio) e morte nel peccato (anime dannate e demoni). Non è stato facile. Ho dovuto affrontare un’intera legione di demoni (come mi aveva preannunciato il Signore) per conoscere la verità su Dio, il demonio, il peccato e i poteri dello spirito e formulare l’invocazione nel modo giusto. Adesso questo immenso tesoro è a disposizione di chi desidera estendere il bene della verità, dell’amore e della pace nel mondo e riportare ogni cosa al suo originale ordine e splendore. Per spiegare come agisce la preghiera è necessario conoscere la verità sulla nostra condizione di esilio da Dio e la ragione per la quale il Signore ci chiede di pregare senza stancarsi mai. Per non scrivere un romanzo rispondo in modo rapido risolvendo quattro quesiti fondamentali: 1) Perché se siamo figli di Dio non possiamo vedere Dio e le creature celesti e dobbiamo pregare? 2) Perché se c’è un solo Dio esistono tante religioni? 3) Perché se discendiamo da Adamo ed Eva esistono le razze umane? 4) Perché se il mondo era ed è il Paradiso Terrestre (l’unico pianeta vivente) esistono malattie, infermità, calamità e specie velenose e carnivore? La risposta è una sola: tutto ciò che allontana dalla verità e modifica l’equilibrio, l’armonia e la pace del creato non è opera di Dio ma del maligno. La materia non si mette in moto da sola e le alterazioni genetiche e comportamentali non le ha inventate l’uomo ma satana. E’ lo spirito che domina la materia e dirige i pensieri e non viceversa. A che serve scrutare il microcosmo e il macrocosmo alla ricerca della verità sulla vita se ignoriamo questa semplice realtà? Ignorare Dio, il demonio, il peccato e i poteri dello spirito porta solo all’errore e alla rovina i peccatori. Le cellule della mente non generano intuizioni, pensieri e ragionamenti ma li ricevono dall’anima sotto l’influsso dello spirito: santo per chi prega maligno per tutti gli altri. Solo lo Spirito Santo può guidare il nostro intelletto alla conoscenza della Verità e farci conoscere le meraviglie del Suo amore: la sola forza che tiene in vita l’universo e le creature. Certo vorrebbe mostrarsi e istruirci uno ad uno ma non può farlo perché, in virtù di un diritto acquisito con l’inganno (peccato originale), Lucifero lo impedisce. E’ lui padrone del mondo fino alla fine dei tempi. Insomma siamo in esilio su un pianeta dominato da creature spirituali malvagie che si rendono invisibili per nascondersi, trascinarci al peccato e ricevere energia. E’ per questa ragione che Gesù chiede di aver fede nella Sua presenza invisibile e continuare a pregare perché solo in virtù delle preghiere può agire in nostro favore. Ogni preghiera è un atto di fede che muove una grazia. Ogni grazia è un intervento divino a favore nostro e di chi desideriamo aiutare. Sono azioni di protezione, provvidenza, guida e istruzione (pensieri, intuizioni e ragionamenti guidati dallo Spirito Santo) che dispongono il cuore alla voce dell’amore del Padre e guidano l’intelletto alla conoscenza della verità fino alla santità che è visione di Dio e manifestazione dei poteri dello spirito. Più si prega nel modo giusto (Rosario, Orazioni di Santa Brigida, corone e litanie allo Spirito Santo, alla Divina Misericordia, al Sacro Cuore di Gesù e Maria ecc.) più si avanza nella verità, più si è disturbati dal maligno. I santi lo testimoniano. Il maligno attacca i santi e premia i peccatori. E’ necessario pregare con regolarità per essere guidati dallo Spirito Santo e custodire le conoscenze acquisite perché il nemico dell’amore e della vita agisce ininterrottamente sulle facoltà per farci dimenticare le cose che abbiamo ricevuto dalla grazia e dall’amore di Dio. Bisogna recitare ogni giorno con regolarità le preghiere del mattino, 3 corone del Rosario e le preghiere della sera (proteggono il sonno) solo in questo modo si muovono le grazie necessarie per conservare il dominio delle facoltà e avanzare sulla strada della santità. Diversamente non si va da nessuna parte. Tornando agli interrogativi sulla condizione d’esilio da Dio, in sintesi, ecco la verità che ho ricevuto dalla grazia e dall’amore di Dio (tratto da la Spada di San Giorgio e la Verità che il Peccato Nasconde), Dopo aver creato il mondo e le sue creature il Signore creò Adamo ed Eva con un grado di perfezione superiore per fargli governare il Paradiso Terrestre (l’unico pianeta vivente dell’universo) con la stessa legge d’amore che vige in cielo fra le creature celesti del Paradiso dove le più nobili servono le più piccole e tutte vivono in perfetta armonia fra loro. La perfezione spirituale infatti (maggiore purezza spirituale = maggiore capacità d’amare) porta carità e non alla superbia. Nel mondo, con Adamo ed Eva e le specie animali, c’erano anche le creature spirituali. Dio disse ad Adamo ed Eva: “Dei frutti degli alberi potete mangiare, ma del frutto dell’albero che stà in mezzo al giardino non lo dovete mangiare e non lo dovete toccare altrimenti morirete Gen. 3,2” Il Signore ordinò ad Adamo ed Eva di non ascoltare (mangiare) e fare (toccare) le cose che suggeriva Lucifero (l’albero in mezzo al giardino) altrimenti sarebbero morti nel peccato. Sapendo che Dio li aveva messi in
    guardia il maligno non si manifestò a Eva in forma di serpente, come dice Genesi, ma angelica: buono, bello e desiderabile. Dopo aver conquistato la sua fiducia l’ingannò dicendo che il Signore le aveva ordinato di non avvicinarsi e di non ascoltarlo per impedirle di acquisire saggezza e diventare onnisciente come Dio: conoscendo il bene e il male (in realtà era il male perché Adamo ed Eva conoscevano già il bene). Eva avrebbe potuto andarsene ma preferì restare ad ascoltare ciò che il maligno le dava da intendere: la possibilità di diventare come Dio. E così incubò l’errore fino a cadere nel primo peccato: superbia. Il maligno allora alimentò in lei il desiderio di acquistare saggezza attraverso la ricerca del piacere fino a trascinarla alla schiavitù dei sensi a cadere nel secondo peccato: lussuria. Fu proprio la libera e consapevole adesione al peccato a provocare la graduale deformazione dell’anima e il crollo delle facoltà del corpo, della mente, della volontà e del cuore di Eva. Poi satana la mandò da Adamo a contaminare anche lui perché solo catturandoli insieme (facendo perdere a entrambi la perfezione) poteva prendere il pieno dominio del mondo e delle sue creature. E così avvenne e cominciò la rovina. Ecco le conseguenze del peccato originale:

    1)Deformazione dell’anima
    2)Perdita dell’immortalità e invecchiamento del corpo fino alla morte
    3)Crollo delle facoltà della mente, della volontà e del cuore
    4)Perdita della guida dello Spirito Santo

    L’imperfezione cadde su quanto Dio aveva sottoposto ad Adamo ed Eva trascinando all’invecchiamento e alla morte tutte le creature del mondo. Il Paradiso terrestre finiva nelle mani di satana, e non certo per castigo divino come dice Genesi, ma per diritto avanzato da Lucifero in virtù del peccato: alla verità dello Spirito Santo Adamo ed Eva avevano preferito la menzogna dello spirito maligno. Adesso dovevano restare sotto il dominio della menzogna di satana.

    Nel mondo, con le creature viventi, c’erano anche quelle celesti. Non potendole cacciare, in virtù del peccato, Lucifero impose la condizione della sola presenza invisibile per impedire all’uomo ogni contatto con la verità e fargli perdere ogni cognizione della realtà celeste e di Dio. Il Signore pose un angelo custode al fianco di Adamo ed Eva per proteggerli da ogni sopruso del maligno, le potenze delle tenebre presero il posto dello Spirito Santo e cominciò il nostro esilio da Dio ma non il Suo da noi.

    In assenza di Verità (Spirito Santo) il mondo era come una nave senza timone dispersa nell’oceano dell’universo. Approfittando della condizione di isolamento Lucifero cominciò a impersonare Dio per ingannare i discendenti di Adamo ed Eva, alimentare la paura di Dio e seminare menzogne che trascinavano al peccato. Ecco da dove sono venute le religioni e le credenze che hanno riempito il mondo di orrori (riti sanguinari & olocausti di morte), errori, divisioni, violenze e morte Per smascherare, nei tempi stabiliti dal Padre, gli inganni e le menzogne seminati da Lucifero con voci, sogni, apparizioni e terrificanti manifestazioni dello spirito (il Diluvio e le 10 piaghe d’Egitto sono fra queste) N.S. Gesù Cristo, per non sconvolgere le credenze e dare scandalo, assecondando profeti e profezie della tradizione ebraica si presentò agli uomini con queste parole: “Io sono la via, la verità e la vita”. Più chiaro di così. Come dire: “ascoltatemi e seguitemi perché tutto quello che è stato detto su Dio non sono cose che vengono dal Padre mio ma dal maligno”. Gesù Cristo non è un essere umano ma il Figlio di Dio incarnato nella natura umana per la salvezza dei peccatori. Il Signore non è venuto nel mondo a portare una religione, una dottrina, un’ideologia, una scienza, un mistero o un segreto ma la Verità sulla nostra condizione d’esilio da Dio: a causa del peccato originale il mondo giace sotto il dominio di satana. Siamo in esilio su un pianeta dominato da creature spirituali malvagie che si rendono invisibili per nascondersi, agire indisturbati, trascinare gli uomini al peccato, infliggere gradi di morte al creato e ricevere energia. Le Sue parabole altro non sono che insegnamenti sul peccato e il maligno, sulla necessità di pregare per proteggersi e di aiutarsi vicendevolmente per restare uniti e dare l’esempio. Il demonio agisce attraverso le facoltà ecco perché Gesù disse: “se tuo fratello ti colpisce una guancia porgigli anche l’altra”. Come dire: “ogni volta che qualcuno ti fa un torto il realtà è il demonio che ti attacca per scatenare la lite e dividervi. Non reagire alle provocazioni e il maligno ti abbandonerà”. Terremoti, diluvi, epidemie, calamità, malattie, infermità, omicidi, suicidi, separazioni, paure, manie, ansie, angosce, ossessioni, tristezza, depressione, rancore, odio, gelosia, invidia, adulteri, cattiva e illegale sessualità, tabagismo, alcolismo, droga ecc. vengono dal peccato e dai demoni. Sono loro che ci rendono pensierosi, nervosi e tristi spesso attraverso le persone che amiamo. Lo fanno per indurire il cuore, allontanarci da Dio e trascinarci al peccato. Gesù ci ama e desidera vederci felici ma come può aiutarci se non glielo chiediamo? Certo il mondo giace sotto il dominio del maligno e il Signore non può manifestarsi (salvo i santi perché hanno vinto il peccato e il demonio non può più impedirlo) fino alla fine dei tempi. Ma Gesù è sempre vicino a noi anche se in forma invisibile. Vogliamo essere guidati da Lui? Dobbiamo pregare. Solo in virtù delle grazie che scaturiscono dalle preghiere il Signore può agire in nostro favore. Diversamente il maligno lo impedisce. Come dicevo ogni preghiera muove una grazia che permette al Signore di darci un consiglio, sciogliere un dubbio, eliminare una paura e liberarci dall’azione di disturbo di un demone. I nostri nemici invisibili cercano di fermare la preghiera perché li disturba e non riescono più ad accendere pensieri che trascinano al peccato. Il peccato intacca l’energia dell’anima (deformazione spirituale) e riduce le facoltà (demenza) e permette ai demoni di infliggere un grado di morte al creato pari al grado di morte del peccato. Tutto il creato è energia emanata dalla volontà di Dio nelle tre forme: materia inanimata, materia vivificata e sostanza spirituale. L’energia della sostanza spirituale delle creature terrene (animali e uomini = anime viventi) è eterna come quella delle creature spirituali (angeli e demoni). Mentre quella che lo Spirito Santo riversa sul creato per vivificare la materia (l’universo, le piante e il corpo delle creature ecc.) è temporanea. La morte terrena quindi non è la fine della vita ma la sua trasformazione da quella materiale del corpo a quella spirituale dell’anima alla vita o alla dannazione eterna. La morte spirituale infatti non è la fine della vita ma la sua trasformazione nell’esatto opposto: dannazione eterna. I demoni sono la dimostrazione di questa realtà. Sono angeli morti alla vita eppure sono vivi e molto attivi. Andando contro ogni legge dell’amore e della vita hanno rovesciato l’energia dello spirito in una forza opposta (la morte) e da angeli si sono trasformati in demoni. Adesso vivono come alberi sradicati e piantati alla rovescia con in rami affondati nel terreno e le radici al sole. Soffrono, odiano la vita e cercano di trascinare, attraverso il peccato, il maggior numero di anime alla loro stessa rovina per estendere il loro dominio di morte. E’ bene poi sapere che fra le creature spirituali e le anime viventi esiste un abisso di perfezione. Le creature spirituali hanno intelletto e volontà proprie e dominano la materia. Le anime viventi non hanno facoltà proprie, perché sono soggette a quelle dello spirito, e non hanno alcun potere sulla materia. Insomma l’uomo, da solo, non ha facoltà d’inventare nemmeno la capocchia di uno spillo. La nostra mente non produce nulla ma riceve tutto dall’anima sotto l’influsso dello spirito: santo per chi prega maligno per tutti gli altri. Come dice il Vangelo dopo il peccato originale il mondo è caduto nella mani di satana e miriadi di demoni si sono precipitati sulla Terra a prendere il domino della materia e delle facoltà delle creature. Significa che in difetto di preghiera non abbiamo libero arbitrio perché subiamo l’influsso dei nostri nemici invisibili. Ecco perché Gesù insisteva sulla necessità di pregare dicendo: “pregate sempre senza stancarvi mai”. L’influsso dello spirito maligno è continuo mentre la protezione della preghiera si esaurisce. Ogni Ave o Maria protegge le facoltà per circa 5 minuti. Poi le grazie si esauriscono e si torna ed essere esposti agli attacchi del maligno. Come insegnava Padre Pio è necessario recitare ogni giorno, per tutta la vita, almeno tre corone del Santo Rosario per mantenere stabile il grado di protezione delle facoltà e crescere in santità. Diversamente si subisce l’influsso del demoni, si diventa schiavi della ragione, sapienti dell’effimero e primitivi dello spirito; si cade nel peccato e si rischia la dannazione eterna. San Giorgio

    Cos’è il peccato
    La parola di Dio è verbo di vita che dal nulla crea e stabilisce, con perfezione assoluta, l’ordine di tutte le cose. I comandamenti sono la legge della vita che il Signore imprime nella sostanza spirituale di tutte le creature perché vivano per l’eternità. Chi si oppone va contro la vita e commette un peccato. Il peccato è un’azione lesiva contro la vita che provoca un immediato e preciso grado di morte dell’anima (perdita di energia della vita) e crollo delle facoltà (demenza) e conferisce al demonio il diritto (adesione al maligno) di infliggere un grado di morte al creato pari al grado di morte del peccato. Pertanto ogni volta che:

    Offendi Dio, le cose sante e i genitori
    Trascuri le feste comandate
    Infliggi sofferenze e morte alle creature
    Dichiari il falso
    Consumi rapporti fuori dal matrimonio
    Pratichi l’autoerotismo
    Danneggi il tuo prossimo (furti, inganni, falsità, cattiverie, violenze)
    Danneggi te stesso (fumo, droga, alcol: suicidio)

    subisci un preciso grado di morte dell’anima (rovesciamento dell’energia della vita) e perdita del dominio delle facoltà (corpo, mente, volontà e cuore) e malattie, infermità e morte colpiscono creature innocenti. Non solo. Chi vive nel peccato arriva alla demenza: i demoni prendono il pieno dominio delle facoltà e lo trascinano ad azioni lesive contro se stesso e gli altri nell’impossibilità di rendersi contro ciò che avviene nella realtà. Si può arrivare al suicidio ma anche a commettere delitti e non ricordare nulla. Come dicevo per ogni peccato i demoni infliggono un grado di morte al creato pari al grado di morte del peccato in questo modo l’energia che tolgono alla vita del corpo delle creature (malattie, infermità e morte) aumenta il loro grado di morte (deformazione e aggressività). Il tempo è energia. La quantità è inversamente proporzionale all’età e direttamente al grado di perfezione delle vittime (piante, animali, uomo). Quindi più sono giovani e vicine all’uomo più ne ricevono. I peccati cadono sulla materia inanimata (variazioni climatiche, terremoti, incendi, inquinamento, ecc) e su quella vivificata (catena alimentare, malattie, infermità, calamità, epidemie, carestie, guerre) secondo l’ordine stabilito da Dio. Per grazia di Dio infatti non cadono mai sui peccatori ma sempre su creature innocenti per dare tempo ai peccatori di convertirsi e salvarsi dalla morte eterna. Ecco perché nascono bambini infermi e malattie, calamità, sciagure e disgrazie colpiscono i popoli più poveri. Ma tutto questo ha un limite. Quando i peccatori, persistendo nei peccati, arrivano a distruggere ogni traccia di vita dell’anima, esaurita ogni possibilità di salvezza, il Signore interviene e satana, non potendo scaricare le pene dei peccati sulle creature innocenti, mette subito a morte i peccatori. Il diluvio universale (che in realtà fu locale) e la distruzione di Sodoma non furono opera di Dio ma del maligno (nel VPN, attraverso l’analisi della parola di Gesù, dimostro ogni cosa). Come distrussero ogni traccia di vita dell’anima, esaurita ogni possibilità di salvezza (e adesso si capisce a quale prezzo), il Signore intervenne e satana, non potendo scaricare le pene dei loro peccati sulle creature innocenti, mise subito a morte i peccatori. Del resto basta usare il cuore. Dio è l’autore della vita e non può uccidere le creature pre 3 semplici ragioni: 1) Perché la morte è una cosa che non ha mai creato 2) Perché è una cosa che va contro la perfezione assoluta del Suo verbo di vita che è amore infinito. 3) Perché i peccatori sono figli malati (vittime del demonio) che hanno bisogno di essere aiutati e non condannati e uccisi. La dimostrazione di questa realtà è che ha mandato il Suo unico Figlio nel mondo per la salvezza dei peccatori. Insomma è satana il padre del peccato, della menzogna e della morte. E’ in virtù del peccato che il nemico della vita infligge gradi di morte al creato e ruba energia a Dio. La prova più evidente della relazione PECCATO – PENA è la catena alimentare: alterazione dell’equilibrio psichico delle creature sottomesse al grado di perfezione dell’uomo. Una crudeltà che non ha alcuna ragione d’esistere perché Dio è perfezione assoluta e dona la vita alle creature perché la vivano pienamente e non per trasformarla in un prodotto alimentare. Solo i peccatori non comprendono questa realtà. Gli equilibri del mondo e delle sue creature sono legati al grado di perfezione dell’uomo. Come aumentano i peccati aumentano le forme di aggressività e le morti nel regno animale e variazioni climatiche, carestie, malattie, calamità e guerre colpiscono l’uomo. Il Signore interviene continuamente per la salvezza dei peccatori e la salvaguardia delle specie ma i peccati sono cresciuti al punto che satana sta distruggendo ogni equilibrio attraverso l’uomo (caccia, pesca, macellazione, disboscamento, inquinamento). Di questo passo i peccati ricadranno sui peccatori e sarà la rovina (calamità, malattie e guerre). Per fermare questa trappola infernale esiste una sola strada: divulgare la verità sul demonio e il peccato e pregare per i peccatori.
    Confessione e Comunione
    I piaceri producono peccati le sofferenze meriti. Satana non aveva alcun potere su Gesù. E’ il Signore che si è lasciato catturare, giudicare e uccidere, dal maligno attraverso i peccatori, per il nostro bene. Avrebbe potuto scegliere una morte diversa invece ha scelto la strada della massima sofferenza per assumere su di se tutti i gradi di morte dei peccati e risuscitare alla vita eterna tutti i peccatori morti nel peccato da Adamo ed Eva fino al giorno della Sua Risurrezione e per offrire la stessa salvezza anche a tutti quelli che erano e sarebbero venuti nel mondo dopo attraverso il battesimo per il perdono dei peccati e l’assunzione della comunione eucaristica. Significa che N.S. Gesù Cristo non ci ha salvati ma ci sta salvando dal peccato che trascina alla morte eterna. La legge del Padre non è stata abolita ma perfezionata dal Figlio. Chi cade nel peccato deforma l’anima e rischia la dannazione eterna. Per guadagnare la vita eterna è necessario fare ciò che ha ordinato Gesù: 1) Rispettare i comandamenti 2) Pregare senza stancarsi mai cioè recitare, ogni giorno per tutta la vita, il Santo Rosario per proteggere le facoltà dall’influsso del demonio ed evitare il peccato. 3) Confessarsi almeno una volta al mese e assumere la comunione completa per rinforzare le facoltà del corpo ed eliminare le deformazioni dei peccati rimessi dall’anima. Non esistono altre strade. Diversamente le deformazioni dei peccati restano e chi eviterà la dannazione eterna resterà in purgatorio a espiarli con le proprie sofferenze (contrizione spontanea dei peccati). Nulla si crea e nulla di distrugge. I peccati rimessi sono gradi di morte (energia opposta a quella della vita) che non svaniscono nel nulla ma si trasferiscono dall’anima del peccatore al corpo di Gesù come colpi di flagello. E’ rivivendo le sofferenze della Passione che il Signore rilascia la quantità di energia della vita necessaria a risanare quella distrutta con i peccati. Quante volte vogliamo crocifiggere il nostro Salvatore e regalare gradi di morte al demonio con i nostri peccati? E’ bene sapere poi che il Corpo e il Sangue di N.S. Gesù Cristo presenti nella comunione eucaristica non sono quelli della Passione ma della Risurrezione e hanno funzioni diverse. Il Corpo (particola) rigenera e rinforza il nostro contaminato dai peccati. Il Sangue (vino) elimina le deformazioni dei peccati rimessi dall’anima. Senza assunzione del Sangue (vino) i peccati rimessi restano e (salvo chi ha lucrato il perdono della Porziuncola d’Assisi o altre indulgenze plenarie concesse dalla Chiesa) dovranno essere risanati con le proprie sofferenze in purgatorio. Quindi non il Corpo ma il Sangue di Gesù ha il potere di risuscitare in vita tutto ciò che è morto nel peccato. La risurrezione poi è la risurrezione alla vita eterna della sostanza spirituale e non del corpo che è destinato alla distruzione. Chiaro? Ecco perché davanti al Signore i demoni terrorizzati gridavano: “Figlio di Dio sei venuto nel mondo per la nostra rovina”. Hanno il terrore di essere guariti (risuscitati alla vita) e le invocazioni al Sangue della Passione Viva di N.S. Gesù Cristo li mette in fuga (la mia preghiera). Chi vive nel peccato diventa come loro e, nel giorno del trapasso, anziché chiedere a Dio di essere salvato li seguirà fino all’inferno. Chi eviterà la dannazione eterna resterà in terra (purgatorio) fino a quando non avrà ripulito l’anima da ogni traccia di peccato. Significa che i defunti, salvo i santi, sono in mezzo a noi. Vedono e sentono ogni cosa e soffrono l’impossibilità di comunicare con i loro cari. La guarigione poi è lunga e dolorosa: 1 giorno di peccato = 1000 di pena. (Come confermato dall’Orazione al Salvatore del mondo e dagli scritti di Maria Valtorta). Significa che chi è vissuto 80 anni in peccato, se eviterà l’inferno, impiegherà 80.000 anni a risanare le deformazioni dell’anima. Solo le nostre messe e preghiere (corona della divina misericordia a favore dei defunti) possono alleviare e abbreviare le sofferenze di queste anime e disporre il nostro cuore a cogliere i segnali della loro amorevole presenza invisibile.

    La Spada di San Giorgio
    Gesù disse: “pregate per i vostri nemici”. I nostri veri nemici non sono i nostri fratelli ma i demoni che ce li mettono contro. Se preghiamo per loro fuggono perché hanno il terrore di essere guariti (risuscitati in vita) da Dio. La Spada di San Giorgio è lo strumento. Questa preghiera si recita sui grani del Rosario e agisce, come un mitra, sulla sostanza spirituale dei demoni e di tutte le creature malate (peccatori del mondo intero, anime del purgatorio e dell’inferno). Tutto viene dal Sangue della Passione Viva N.S. Gesù Cristo che ha il potere di risuscitare in vita tutto ciò che è morto nel peccato. Per ogni parola il Signore lascia cadere una goccia del Suo preziosissimo Sangue (energia della vita) sulla sostanza spirituale di una creatura malata. Ogni invocazione sono quasi 50 gocce che scendono su altrettanti peccatori. Quando cade su un demone provoca una violenta contrizione dello spirito e rigenera subito un preciso grado si sostanza spirituale putrefatta. Allora i demoni contrappongono alla guarigione il peccato. Ogni volta che trascinano un peccatore al peccato l’energia che ricevono dai gradi di morte contamina ciò che avevamo risanato con le preghiere e diventa una storia infinita. Per impedirlo basta chiedere a Dio di concedere un ulteriore grado di guarigione (energia/vita) ai nostri nemici anche quando:

    •trascinano i peccatori al peccato
    •trascinano le creature a uccidere anche per cibarsi
    •infliggono pene al creato

    A questo punto non possono fare nulla. Se trascinano i peccatori al peccato perdono energia. Se trascinano le creature a uccidere anche per cibarsi perdono energia. Se infliggono pene al creato perdono energia. Per non rischiare il rovesciamento spirituale e la risurrezione dai morti devono abbandonare i peccatori e darsi alla fuga. A beneficio di chi si ama, tornerà la pace e la salute e si aiuteranno i defunti a espiare i peccati e raggiungere le gioie del Paradiso. Ecco l’invocazione base:

    “Padre Santo, nel nome di Gesù e per le lacrime di Maria, manda lo Spirito Santo e
    concedi la Tua Misericordia a tutte le creature Vive e Morte e, nella stessa misura,
    ai demoni che disturbano i peccatori, i carnivori e infliggono pene al creato”

    Come si usa questa preghiera
    Non è possibile fare del bene se si vive in peccato. E’ necessario confessarsi almeno una volta al mese, andare a messa ogni domenica, ricevere la comunione completa e proteggersi dall’influsso del maligno recitando ogni giorno, per tutta la vita, tre corone del Rosario. A questo è possibile dichiarare guerra al demonio per aiutare gli amici e rovesciare i nemici. Ecco come agisce la preghiera. La prima parte dell’invocazione chiede a Dio di donare la guida dello Spirito Santo (azione di grazia sulle facoltà di tutte le anime viventi) e un primo grado di guarigione (energia della vita, che viene dai sacrifici eucaristici del mondo intero, che risana l’anima e rigenera quella del corpo) a tutte le creature vive (peccatori e anime del purgatorio) e morte (anime dannate e demoni). La seconda parte chiede di concedere un ulteriore grado di guarigione (energia della vita equivalente a quella concessa a tutte le creature vive e morte) ai demoni che disturbano i peccatori (o i beneficiari della preghiera) i carnivori e infliggono pene al creato. E’ un’azione devastante. Ecco come usarla. Luca tradisce la moglie? Luigi si droga? Simone subisce gli effetti di un maleficio? Ripeti ogni giorno, per almeno 18 mesi, su ogni grano del Rosario l’invocazione che segue e prosegui fino a quando non andranno via tutti i demoni che li influenzano per tenerli in peccato e trascinarli a suicidio:

    Per Luca: “Padre Santo, nel nome di Gesù e per le lacrime di Maria, manda lo Spirito Santo e concedi la Tua Misericordia a tutte le creature Vive e Morte e, nella stessa misura, ai demoni che disturbano Luca e la sua amante, i carnivori e infliggono pene al creato”

    Per Luigi: “Padre Santo, nel nome di Gesù e per le lacrime di Maria, manda lo Spirito Santo e concedi la Tua Misericordia a tutte le creature Vive e Morte e, nella stessa misura, ai demoni che disturbano Luigi, le persone con cui entra in contatto, i carnivori e infliggono pene al creato”

    Per Simone: “Padre Santo, nel nome di Gesù e per le lacrime di Maria, manda lo Spirito Santo e concedi la Tua Misericordia a tutte le creature Vive e Morte e, nella stessa misura Padre Santo, ai demoni che disturbano Simone i suoi nemici i carnivori e infliggono pene al creato”

    Allo stesso modo è possibile:

    Sciogliere incomprensioni, gelosie, invidie, rancori e odi fra parenti, amici e nemici.
    Rovesciare i violenti, chi danneggia il creato e infligge sofferenze e morte alle creature.
    Smascherare evasori, corruttori, malfattori e responsabili di crimini rimasti impuniti.
    Liberare dalla schiavitù del fumo, della droga, dell’alcol e del gioco.
    Eliminare cattive e illegali forme di sessualità.
    Guarire paure, manie, ansie e ossessioni.
    Riportare alla verità chi segue sette, false religioni e cattivi maestri.
    Far crollare cartomanti, maghi, indovini e spiritisti.
    Convertire i religiosi che trascurano la recitazione quotidiana dei 4 misteri del rosario a danno loro e di quanti li seguono.

    Questa preghiera è un dono del Signore che agisce alla radice di tutti i mali. Possiamo quindi usarla per guarire qualsiasi malattia e infermità. Nulla è irreversibile perché nulla è impossibile a Dio. E’ la nostra mancanza di fede l’unico ostacolo alla grazia divina. Bisogna perseverare nella preghiera senza perdersi d’animo e assumere, anche più volte al giorno, l’eucaristia perché orazione e comunione innescano il processo di guarigione dell’anima e del corpo.

    Francesco ha un tumore?

    Per Francesco: “Padre Santo, nel nome di Gesù e per le lacrime di Maria, manda lo Spirito Santo e concedi la Tua Misericordia a tutte le creature Vive e Morte e, nella stessa misura, ai demoni che disturbano Francesco, i carnivori e infliggono pene al creato”

    Quanto tempo bisogna pregare
    Dopo ogni guarigione Gesù diceva: “vai e non peccare più se non vuoi che ti accada di peggio.“ Significa che le malattie vengono dai peccati. A che serve chiedere una grazia di guarigione se poi si cade nel peccato e si torna ad essere esposti al demonio? Si prega innanzitutto per ricevere protezione dal demonio, evitare il peccato e conservare la salute mentale. Poi per aiutare chi ignora il maligno a fare la stessa cosa. Infine per salvare i peccatori vivi e morti. Ogni giorno è un giorno nuovo e non esistono crediti di grazie. E’ necessario ripetere ogni giorno, per tutta la vita, le preghiere del mattino, della sera e 3 corone del Rosario per ottenere un buon grado di protezione e crescere in santità. Certo i demoni ostacolano la preghiera con distrazioni, colpi di sonno, amnesie e pensieri estranei e contrari. Ma chi persevera vince e riceve tutti i benefici della grazia di Dio e della SS.ma Vergine Maria. E’ bene sapere che prima della guarigione del corpo viene quella dell’anima e che si arriva alla grazia (piena guarigione fisica, morale e spirituale) solo eliminando tutti i demoni che l’impediscono. Quanti sono? Tanti (decine di migliaia). Immagina una nuvola di moscerini, di varie dimensioni, che ci segue ovunque. Più è grande la grazia maggiore sarà il numero da eliminare. La strada giusta è recitare ogni giorno, per almeno 18 mesi consecutivi, 12 corone della Spada di S. Giorgio. Guarigioni e conversioni sono più lunghe perché più ostacolate dai nostri nemici invisibili: dimostrano in modo visibile la potenza della fede e della preghiera. E’ necessario armarsi di buona volontà e perseverare nella preghiera senza perdersi d’animo perché queste battaglie le vince solo chi è più testardo. I demoni conoscono bene le nostre inclinazioni e debolezze e fanno di tutto per farci cadere nello sconforto e fermare le preghiere. E’ necessario poi evitare il peccato perché è un impedimento alla grazia. Faccio un esempio. Fumare è peccato. Chi fuma perde le grazie che guadagna con le preghiere. Chi smette di fumare e prega per la guarigione di un amico dovrà stare attento. La posta in gioco è alta e il demonio farà il possibile per farlo cadere in errore. Ogni volta che accenderà una sigaretta (con l’accusa di suicidio) anziché infliggere una pena al creato farà ripartire daccapo il conteggio dei 18 mesi necessari alla grazia. Chiaro? Ecco perché molti pregano e non ricevono le grazie che chiedono. Bisogna pregare e combattere il peccato per vincere il demonio e ottenere tutto il bene che si chiede a Gesù e alla Santissima Vergine Maria. Diversamente il maligno ci accusa e il Signore non può aiutarci. I demoni sono simili a dei potenti computer possono calcolare e prevedere ogni cosa. Solo le azioni del cuore ( coraggio, carità e perdono) li mandano in tilt perché vanno contro ogni logica e convenienza e sono imprevedibili. I demoni sono scaltri, bugiardi e testardi. Usano la gola, il senso e l’intelletto (ragione e logica si oppongono alla preghiera e alla grazia) per trascinarci all’errore e al peccato e fermare le preghiere. Certo il nostro angelo custode ci aiuta e protegge ma ogni volta consuma le poche grazie che gli arrivano da chi prega per noi. Ecco perché è necessario recitare, ogni giorno, il Rosario. Diversamente i pensieri che ci passano per la mente e i discorsi che facciamo con noi stessi non vengono dal nostro angelo custode ma dai nostri nemici. E’ bene sapere infine che i beneficiari di questa preghiera saranno tutti piuttosto stanchi e nervosi e spesso vittime di imprevisti e piccole disavventure. Sono i demoni che li disturbano, anche nel sonno, perché non li vogliono mollare. E’ bene fargli avere quanto prima, anche in forma anonima, una copia di questo documento così l’angelo custode potrà fargli capire qual’ è la vera causa dei loro guai e cosa devono fare per uscire dal tunnel e stare bene. San Giorgio

    Segnalazione trasmessa alle procure presente su FACEBOOK

    Vicenza, 03/07/2010
    Per evitare lo scandalo, il panico e il crollo del sistema i capi della Chiesa e delle Istituzioni mantengono il silenzio più assoluto (segreto di Stato) sulla morte di Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II (uccisi entrambi da Benedetto XVI) e l’attività segreta della CIA per il controllo della mente umana (blocco della memoria, aumento dell’aggressività, alterazione della capacità di giudizio fino alla demenza). Non è fantascienza ma realtà. I servizi segreti USA sanno che le cellule della mente non generano intuizioni, pensieri e ragionamenti ma li ricevono dall’anima sotto l’influsso dello spirito e, come facevano i nazisti, invocano il demonio per trascinare popoli, razze e categorie di persone a pensare, credere, desiderare e fare quello che fa comodo ai loro interessi e dominare il mondo economico, politico, scientifico e militare. Tre nomi: CIA, George Bush, Silvio Berlusconi. Come sono arrivato a queste conoscenze è una storia lunga che coinvolge i servizi segreti USA e dell’Est. Diciamo che dopo una serie di eventi inspiegabili ho fatto delle ricerche, ho conosciuto ciò che il mondo ignora e cominciato a pregare contro quelli che lo invocano e si è scatenato l’inferno. Ho sofferto al punto che non provo più alcun dolore. Ciò che ho scritto corrisponde alla realtà. Sono fatti realmente accaduti. Il documento che segue è la sintesi della storia che ho trasmesso agli operatori della legge.
    Reporting:
    Quando qualcosa sembra impedire il ritorno alla pace, alla serenità, impegni tutto te stesso per liberarti da quel laccio. Solo dopo averle tentate tutte ti accorgi che è stato inutile e stai peggio di prima perché capisci di essere caduto nelle tue illusioni. E’ nella sofferenza che smettiamo di seguire la ragione, dominio dell’amico traditore, e ascoltiamo la voce del cuore sede dell’amore di Dio. Allora ci liberiamo degli affanni della vita e, con gli occhi del cuore, cominciamo a scopriamo tutto quello che prima sfuggiva alla ragione e che da senso a questa nostra breve permanenza terrena. Solo la sofferenza apre il cuore alla conoscenza della verità di Dio e del creato perché la voce dell’amore è più forte di tutti gli inganni e le suggestioni della ragione.

    Erano 25 anni che non entravo in chiesa anche se ogni sera, prima di addormentarmi, leggevo qualche pagina della Bibbia. Non avevo alcuna conoscenza della preghiera, dei santi e delle devozioni della Chiesa Cattolica. Ero, come si dice, un cattolico “non praticante”. Non rifiutavo un gesto di carità a chi la chiedeva, offrivo una parola di conforto a chi era nella sofferenza, andavo a messa a Natale e a Pasqua e mi sentivo spiritualmente a posto per tutto l’anno.

    1998: 38 anni, due matrimoni, il primo con rito religioso, il secondo civile, una figlia dalla prima moglie, un figlio dalla seconda, una bella casa, un cane simpatico, diversi impegni professionali, una passione per la musica, il pianoforte, la fotografia, l’informatica e tanti altri interessi. Famiglia, casa, lavoro, amici tutto andava bene. Poi improvvisamente arriva un uragano e spazza via ogni cosa. In un attimo svaniscono affetti, ideali e valori in cui hai creduto (lavoro, famiglia, casa, amici) e ti trovi nella più totale confusione, solitudine e tristezza. Il documento che segue è la sintesi di una memoria che ho cominciato a scrivere quando ho capito che le cose che mi accadevano non avevano nulla a che fare con la realtà della vita di tutti i giorni e nascondevano qualcosa di ignoto. Non è fantascienza ma realtà. Devo premettere che mia moglie era atea o perlomeno indifferente alla religione. Mentre io, prima di addormentarmi, leggevo qualche pagina della Bibbia. Entrambi comunque non andavamo a messa e non credevamo alla magia. A tale proposito il mio pensiero era semplice: “tutto ciò che non si poteva dimostrare o riprodurre in laboratorio apparteneva alla credenza. Tutto ciò che si diceva sull’occultismo altro non erano che residui di un medio evo duro a morire “. E’ stata proprio quest’ottusa convinzione a farmi cadere in errore e allungare il calvario.

    Marzo1998 Termino un’esposizione fieristica. Torno a casa. Vicino al telefono trovo un biglietto da visita con tanti cuoricini disegnati a penna. Chiedo a mia moglie a chi appartiene. Risponde un venditore conosciuto in fiera. Un ragazzo in gamba che potrei assumere come rappresentante. Ma c’è qualcosa di strano nel suo modo di fare. Più parla più arrossisce. Insospettito comincio a fare domande. Alla fine viene fuori che si è innamorata di quella persona. Cosa? Ma se andiamo d’accordo perché è caduta in errore? Perché cercare un’altra relazione? Forse si è inventata tutto per farmi ingelosire. Provo a scherzarci sopra. Niente da fare. Continua a ripetere la stessa frase: “Mi sono innamorata di lui. Mi ha detto delle parole che sono entrate nel profondo del mio cuore”. Non so cosa dire. Sono confuso. Allora interviene: “Mi dispiace. Non fartene una colpa. Tu non c’entri nulla e non ti chiedo nulla. Queste cose capitano e basta. Tutti i giornali ne parlano. Porterò con me il bambino e andrò a vivere da lui”. Cosa? Ma se lo conosce da poco più di una settimana come può prendere una decisione del genere? Non risponde. Ho un dispiacere immenso e tanta confusione. Più passano i giorni più sono aumentano da mille dubbi. Qualcosa non mi convince. Decido di contattare quel ragazzo per capire come stanno le cose. Cerco il suo biglietto da visita. Rovisto dappertutto. Nulla. Alla fine nelle tasche della pelliccia di mia moglie trovo un foglio ripiegato. Lo apro e mi appare il disegno di un diavolo che cerca di strapparsi una lunga lancia infilzata nel cuore e, alla sua sinistra, un viso di donna (simile a mia moglie) con gli occhi rivolti al cielo e una serie di anelli intorno alla testa. Cos’è quella cosa? Probabilmente uno scherzo di cattivo gusto. Lo mostro a mia moglie. Anche lei ignora la provenienza e pensa la stessa cosa. Lo buttiamo via e dimentichiamo l’accaduto. Da quel giorno la nostra vita è cambiata. E’ cominciato un incubo e dopo dodici mesi la nostra famiglia è andata distrutta.

    Dopo il ritrovamento di quel foglio mia moglie cominciò a diventare sempre più strana. Una settimana mi rassicurava dicendo che aveva preso una sbandata e la storia con quel ragazzo era finita. La successiva mi uccideva perché scoprivo l’esatto contrario. Una violenza inaudita. Allora le chiedevo di smetterla di mentire e di prendere una decisione: “Basta. Deciditi. O con me o con lui. Non sopporto questa situazione. Questa cosa mi uccide”. Ma lei non reagiva. Stava in silenzio senza dire nulla. Non era più la persona che conoscevo. Quando le domandavo cosa aveva trovato in quel giovane per arrivare al punto di distruggere la famiglia si trasformava e, con gli occhi rivolti al cielo battendo i pugni sul petto, diceva: “Tu non puoi capire. Mi ha detto delle parole che sono entrate nel profondo del mio cuore.” Ogni volta ripeteva queste parole battendosi, con sofferenza, i pugni sul petto. Era strana. Anche nel linguaggio era diversa. Spesso usava un tono profetico. Quasi dovesse seguire un disegno stabilito dall’alto. Un cambiamento davvero incredibile per una donna forte e determinata come lei. Anche in casa sembrava essere calato in clima da incantesimo. Era tutto evanescente, assopito, spento. Spesso la trovavo distesa sul letto con lo sguardo perso nel vuoto. Se la chiamavo non girava la testa ma gli occhi. Se mi avvicinavo mi accarezzava i capelli senza dire una parola. Pensava? Sognava? Soffriva? Non lo so. A volte i suoi occhi verdi sembravano di vetro. Spesso diceva: “sai, non capisco cosa mi stia succedendo. E’ come se fra me e te ci fosse una spessa vetrata. Ti vedo ma non puoi sentire e capire quello che dico” . Quel disturbo la stava allontanando. . Cominciò a mentire e perdere ogni memoria dei nostri ricordi affettivi. Le uniche cose che le tornavano prepotentemente in mente erano solo errori e dispiaceri del passato che poi rinfacciava come causa del tradimento. Allora mi arrabbiavo e rispondevo: “Perché mi hai voluto sposare?”. Ma non era la persona che conoscevo ma qualcosa di diverso. Era staccata e fredda. A volte cattiva. Le sue parole si conficcavano nel cuore come spilli. Allora di scatto mi alzavo in piedi e toccandomi il petto dicevo: “Ma chi sei.Chi sei veramente?”. Insospettito consultai i religiosi. Alcuni dicevano di lasciar perdere il demonio perché si trattava di una figura allegorica inesistente. Altri che Gesù Cristo, avendo vinto la morte e il peccato, aveva tolto ogni potere a satana. E così, scartata l’ipotesi del diavolo, cominciai a fare delle ricerche in internet. Solo in un sito cattolico trovai qualcosa di analogo. Si trattava di alcuni casi di possessione diabolica riportati da un padre esorcista. Ma allora perché i religiosi di Vicenza mi avevano detto che il demonio era inesistente se poi la Chiesa nominava gli esorcisti? Quanto li ha usati il demonio per confondermi. Ero agli inizi e mi fidavo ciecamente dei preti. Quanto mi hanno confuso. Alcuni dicevano una cosa altri un’ altra. Spesso erano discordi fra loro. Non trovavo certezze ma opinioni. Ma grazie al Dio i sospetti sul demonio anziché svanire aumentavano. Non sapevo a chi rivolgermi per saperne di più. In internet non c’era nulla di attendibile. Nelle librerie trovavo solo testi di magia e satanismo. Non potevo parlare con nessuno di queste cose. Alcuni non ci credevano e mi davano del depresso. Altri avevano paura e si innervosivano. A volte mi sembrava di impazzire. L’unico aiuto mi veniva dalla lettura del Vangelo. Gesù infatti scacciava demoni e molte parabole erano insegnamenti sul demonio. Ma ero agli inizi, non sapevo nulla della preghiera e dei sacramenti, e quel poco che riuscivo a comprendere dopo pochi giorni svaniva nel nulla. In quel periodo cominciò a telefonare in ufficio Francesca la cognata separata di un mio dipendente. Voleva sapere come mi stavo e come andavano le cose con mia moglie. Fra noi non esisteva quella confidenza. Ma ero circondato dall’incredulità e dall’incomprensione e sentire la vicinanza di qualcuno mi faceva stare meglio anche se poi in quelle telefonate c’era sempre qualcosa di strano. Ricordo ancora una sua frase: “Giorgio, tua moglie ti ha ucciso perché ti ha colpito nell’orgoglio”. Aprile 1998. Cominciarono ad accadere delle cose strane. Riporto alcuni episodi. Abitavamo all’ultimo piano di un residence. Ogni sera verso mezzanotte, per un’intera settimana, sentivamo camminare sul tetto. Erano passi lenti e pesanti (come di un essere gigantesco) che producevano un forte rimbombo e procedevano in diagonale rispetto al perimetro della stanza. La temperatura scendeva di qualche grado perché faceva decisamente più freddo. Ogni volta il cane avvertiva con qualche minuto d’anticipo l’inizio del calpestio. Allora entrava in agitazione, cominciava ad abbaiare e correre terrorizzato sotto il letto. Più volte sono salito in terrazza a controllare. Erano serate limpide e non c’era nessuno. Dopo alcune settimane i telefoni cominciarono a squillare a vuoto e gli elettrodomestici a bloccarsi e subito dopo tornare a funzionare. Alla guida dell’automobile luci, frecce e tergicristalli si azionavano e spegnevano da soli mentre una mano invisibile alzava e abbassava il volume della radio e cambiava frequenze a suo piacimento. Una sera mentre parlavo con mia moglie di queste cose improvvisamente si bruciò la lampadina della mansarda (25 w) provocando un boato simile a quello di un tuono. Erano le una di notte. Nessun elettrodomestico era in funzione. Eppure saltarono la linea elettrica e telefonica. Come ristabilii la corren

Leave a Comment

%d bloggers like this: